Iniziativa

Le misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari hanno distrutto la vita di decine di migliaia di persone in Svizzera. Le vittime hanno subito grave pregiudizio nel loro sviluppo sociale, economico e della salute e nella loro realizzazione. Il dolore patito è enorme. Per questo motivo c’è bisogno di una riparazione e di un’analisi della storia. La riparazione include anche una prestazione finanziaria per il torto subito e per il danno economico. Altri Paesi attualmente stanziano centinaia di milioni di franchi per affrontare i propri casi di abuso. La Svizzera allora, con la sua tradizione umanitaria, non può starsene in disparte.

Argomentario breve (pdf)
Argomentario lungo (pdf)

Cosa vuole l’Iniziativa per la riparazione

  1. Una riparazione a favore dei bambini che hanno subito collocamenti coatti e delle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale
  2. Un’analisi scientifica di questo capitolo oscuro della storia svizzera
  3. Un fondo di 500 milioni di franchi: solo le persone che hanno subito un pregiudizio grave ricevono una riparazione
  4. Una commissione indipendente verifica ogni caso singolarmente

Testo dell’iniziativa

«Riparazione a favore dei bambini che hanno subito collocamenti coatti e delle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale (Iniziativa per la riparazione)»

La Costituzione federale è modificata come segue:

Art. 124a Riparazione a favore delle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale e di collocamenti extrafamiliari
1 La Confederazione e i Cantoni provvedono a riparare i torti subiti in particolare da bambini collocati coattivamente in istituti o famiglie, da persone internate sulla base di una decisione amministrativa oppure sottoposte a sterilizzazione o adozione forzata e da nomadi, per effetto di misure coercitive a scopo assistenziale o di collocamenti extrafamiliari.
2 La Confederazione e i Cantoni provvedono affinché queste misure siano oggetto di un'analisi scientifica indipendente e promuovono il dibattito pubblico al riguardo.

Art. 196 n. 12
12. 
Disposizione transitoria dell'art. 124a (Riparazione a favore delle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale e di collocamenti extrafamiliari)
1 La Confederazione istituisce un fondo di 500 milioni di franchi destinati alle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale e di collocamenti extrafamiliari disposti prima del 1981.
2 Ha diritto alle prestazioni del fondo chiunque abbia subito un pregiudizio diretto e grave a causa di queste misure. L'importo della riparazione è commisurato ai torti subiti. Una commissione indipendente decide in merito all'erogazione delle prestazioni.
3 Il fondo è sciolto vent'anni dopo la sua istituzione. Un eventuale importo residuo è restituito ai contributori in misura proporzionale ai loro conferimenti.

Testo dell’iniziativa (pdf)

L’iniziativa ha avuto un esito positivo. Da gennaio 2017 è in vigore la «Legge federale sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981».

I formulari per la richiesta dei contributi di solidarietà e tutte le altre informazioni si trovano al seguente link: www.fszm.ch